• DSCN1362 mod
  • DSCN1367 mod
  • DSCN1372 mod
  • DSCN1385 mod
  • DSCN1396 mod
  • DSCN1398 mod

Mano tesa alle ragazze-madri

Libertà Quotidiano di Piacenza, 13 marzo 2010, Chiara Cecutta

Dall'asta benefica 1.300 euro per la Casa di Borgotrebbia

Sara ora di sei mesi e Cristian di otto, sono i due bambini nati nella Casa "Le Querce di Mamre" proprio accanto alla chiesa di Camposanto vecchio. Sono destinati anche a loro, i 1300 euro raccolti dal gruppo teatrale Le Stagnotte in collaborazione con l'Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Piacenza, la libreria Fahrenheit 451 e PKD, nel corso dell'iniziativa benefica "Stracci d'autore. Parole all'asta."

L'evento andato in scena il 6 marzo al Teatro Trieste 34, all'interno della rassegna teatrale "Le voci della luna", si è tradotto in una vendita all'incanto animata da Le Stagnotte e da alcuni scrittori locali. Serata nella quale sono stati messi all'asta gli stracci firmati da scrittori piacentini e nazionali. Il ricavato è stato consegnato ieri mattina da due delle Stagnotte, Sara Marenghi e Cristina Spelta a don Pietro Cesena, rappresentante dell'associazione Casa "Le Querce di Mamre onlus. "
«La Casa accoglie le donne in difficoltà che hanno deciso di portare avanti la gravidanza, e collabora con i Servizi Sociali del Comune», ha illustrato la volontaria Anna Costellini.
Aperta da due anni, la Casa ha per ora ospitato due donne, e ha visto nascere due bimbi, Sara e Cristian per l'appunto. Costruita grazie alla Parrocchia di Borgotrebbia e ai privati, la Casa si struttura in tre mini alloggi, di cui uno occupato da una famiglia che si occupa della manutenzione, e due adibiti all'accoglienza delle donne in attesa.
«L'associazione però, non aiuta solo le donne che vivono nella Casa, ma anche quelle che hanno già un tetto, e fino ad ora -ha dichiarato don Cesena- abbiamo sostenuto, anche economicamente, una decina di donne sia in stato di gravidanza sia già madri, residenti in tutta Italia. La cosa meravigliosa è che pur essendo una realtà piccola ha ricevuto tanti aiuti da privati». Una decina i volontari che gestiscono l'associazione inclusa nella rete nazionale de "Il dono". Di fianco alla Casa e alla chiesa, c'è una stalla ristrutturata che ora ospita la sede del Parco Fluviale. A giugno inoltre inizieranno i lavori per il parco giochi che «andrà a circondare la Casa, opera delle istituzioni, e in aprile -ha concluso don Cesena- aprirà la Casa del Fiume: bar, ristorante e info-point, che sarà gestito dalla cooperativa Un fiume di verde nata dentro la parrocchia di Borgotrebbia».

icona pdf piccola